"L’intervento psicologico con il bambino e l’adolescente… un percorso da costruire insieme”

Close Icon
   
Contact Info     +39 328 4632022

Psico Libri   arrow

libriCrescere con i libri

Un buon libro può essere strumento di promozione e crescita culturale, ma anche uno strumento di aiuto, di promozione della salute e del benessere personale, oltre che una tecnica importante nell’intervento psicologico.

Un buon libro può aiutare il bambino a riflettere su di sé a potenziare le sue capacità cognitive ed emotive sviluppando risorse e abilità empatiche e acquisendo strategie efficaci di gestione del disagio psicologico.

Un buon libro può essere inoltre un grande aiuto per i genitori quando non sanno come affrontare tematiche difficili e delicate.

In questa sezione troverete delle piccole recensioni di libri che credo possano essere un dono prezioso per voi e i vostri bambini. Tutti o quasi i titoli che proporrò potranno essere trovati presi in prestito presso la Biblioteca Handicap Aias Bolzano http://www.aias-bz.it/biblioteca.html, che dispone di moltissimi libri per bambini e ragazzi. Inoltre in biblioteca è stata creata una sezione di “Libri Per Tutti” dove si possono trovare gli IN-book (libri illustrati con il testo in simboli), libri tattili e in Braille, libri per lettori dislessici, audiolibri e libri con la Lingua dei Segni.

 

 PSICO LIBRI per bambini 

 

pentolinoIl Pentolino di Antonino

di Isabelle Carrier (Kite Edizioni, 2011)

Antonino è un bambino che trascina sempre dietro di sé il suo pentolino, non si sa molto bene perché. Un giorno gli è caduto sulla testa e da allora Antonino non è più come tutti gli altri…deve faticare molto di più, e talvolta vorrebbe sbarazzarsi del pentolino, o nascondercisi dentro. Un giorno Antonino incontra una persona speciale che gli fa capire l’unico modo per essere felice: tirare fuori la testa dal pentolino e usarlo per esprimere tutte le proprie qualità.

Un libro che non può assolutamente mancare nelle librerie di casa e dei professionisti per l’infanzia. Il pentolino rappresenta la diversità, una difficoltà della vita, un proprio limite, un disagio. Grazie all’incontro con una persona speciale Antonino impara a riscoprire le sue risorse e i suoi talenti, a esprimere le sue paure. Riesce così a convivere con il suo pentolino, a dargli un senso e una collocazione affinché sia più gestibile e soprattutto diventi strumento di crescita.

 

giuliaAnche se Giulia non è bella

Di M. Luisa Rapaccioli (ed. Arka)

Età consigliata: dai 9 anni

Ale desiderava tanto una sorellina perché era figlia unica e si sentiva spesso sola, le sembrava che nella sua famiglia mancasse qualcosa. Quando finalmente Giulia nasce, si scopre che è diversa perché nella danza dei cromosomi non è andato tutto alla perfezione. I suoi occhi sono piccoli e a mandorla, le sue condizioni di salute non sono delle migliori.

Un libro che parla dei vissuti, delle speranze, delle paure di una bambina che si trova ad affrontare la diversità della sorellina. “Nonno, è così brutto essere diversi?” E il nonno risponde: “A volte sì perché certe persone non capiscono e giudicano le cose o gli altri per quello che vedono. Succede anche a me (…) Pianto un seme e mi aspetto una pianta: Sulla busta dei semi c´è un pomodoro rotondo, così io aspetto che spunti una pianta di pomodori rotondi (…).

Essere diversi è sapere già in partenza che non sarai uguale al disegno che c´è sulla bustina dei tuoi semi, sarai diverso da quello che gli altri si aspettavano da te. Ma alla fine, sarà solo il tempo che ci dirà se quello che ci sembra diverso non è diventato qualcosa di speciale”.

 

arcobalenoArcobaleno trema di paura

Di Marcus Pfister (ed. Nord- Sud)

Il pesce Alfonso è ammalato e soltanto le alghe rosse che crescono nella Caverna del Diavolo possono guarirlo. Arcobaleno e il suo amico decidono di provare a cercarle e si avviano verso la caverna infestata di mostri paurosi. Durante questa avventura scoprono che non bisogna scappare di fronte alla paura.

“Ed ecco che non c’era nessun pesce Palla dai cinque occhi! C’erano solo cinque pesci Lucciola con le loro lanterne accese. – Bel Mostro!- rise Arcobaleno. – Abbiamo tanta paura che vediamo mostri dappertutto!”