"L’intervento psicologico con il bambino e l’adolescente… un percorso da costruire insieme”

Close Icon
   
Contact Info     +39 328 4632022

RILASSAMENTO: la respirazione diaframmatica

LA RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA

Cos’è e a cosa serve

Molti bambini che manifestano frequenti tensioni emotive, quali ansia o esplosioni di collera, tendono ad avere un ritmo respiratorio piuttosto elevato e una respirazione di tipo toracico. Insegnare la respirazione diaframmatica, lenta e profonda, è importante perché facilita un maggiore controllo sul sistema nervoso simpatico attenuando i sintomi fisiologici collegati all’attivazione emotiva.

Tecnica

respirazionediaframmatica

Con una mano sulla pancia e l’altra sul petto cercate di portare l’aria che inspirate verso la prima mantenendo ferma la seconda: riuscendo a gonfiare la pancia state utilizzando il diaframma; il fatto di riuscire anche a mantenere ferma la mano sul petto significa anche che la vostra respirazione non coinvolge più i muscoli del petto.

Accorgimenti

Se il bambino trova difficile imparare la respirazione diaframmatica, è utile iniziare ad allenarlo facendolo mettere in posizione supina, sempre con la mano appoggiata sull’addome.

In alternativa alla mano si può mettere sull’addome del bambino una scatola di cartone vuota e chiedergli di osservare la scatola che si solleva e si abbassa mentre respira. Fino a che il bambino non si abitua ad avere una respirazione diaframmatica regolare e senza sforzo è bene evitare di fargli assumere un ritmo respiratorio particolare.

Non essendo una pratica a cui siamo abituati potrà servire un periodo di allenamento, meglio se quotidiano!

 Esercizio di rilassamento attraverso il respiro (Di Pietro, 1992)

Mettiti seduto con la schiena dritta, le mani appoggiate sulle gambe e ascolta attentamente le mie istruzioni. Respira lentamente e profondamente con il naso… Cerca di rimanere immobile con il resto del corpo. Mentre respiri cerca di sentire il respiro che arriva fino alla pancia. Lascia che la tua pancia si riempia d’aria come un palloncino… Poi, mentre l’aria esce fuori, cerca di sentire la pancia che si sgonfia… Mentre respiri continua a mantenere l’attenzione sulla pancia e non pensare ad altro… Tutta la tua attenzione è sulla pancia che si gonfia e si sgonfia… Il tuo respiro va e viene in modo naturale…la pancia si gonfia…. E si sgonfia…

N.B. mentre si parla è importante modulare la voce in modo che sia calma e rilassante, con frequenti pause.

BUON RILASSAMENTO!!!

In caso di problematiche d’ansia e stress, oppure di rabbia, puoi contattarmi per un primo colloquio nel mio studio a Bolzano telefonando al numero 328-4632022

 

 

Comments are closed.