"L’intervento psicologico con il bambino e l’adolescente… un percorso da costruire insieme”

Close Icon
   
Contact Info     +39 328 4632022

MIGLIORARE IL BENESSERE IN CLASSE

Copia di logo2La classe è un luogo di vita e per questo è fondamentale aiutare gli alunni a raggiungere un certo grado di benessere.

 

 

Il benessere a sua volta porta all’autorealizzazione,  ovvero

la tendenza insita in ciascun individuo a realizzare le proprie potenzialità emotive, psichiche e comportamentali” (Dizionario di Psicologia U.Galimberti).

In questo senso il lavoro dello psicologo scolastico può aiutare a costruire il benessere in classe, insieme agli insegnanti, agli alunni e ai genitori.

Stare bene in classe significa stare bene nelle relazioni in cui si è inseriti, significa instaurare rapporti significativi e positivi con i compagni e con gli insegnanti.

Proprio per raggiungere questi obiettivi ho svolto alcuni incontri nelle classi di una scuola secondaria di primo grado.

Attraverso un’attività con cartelloni e post-it ho Inizialmente riflettuto con i ragazzi su “cosa hanno bisogno per stare bene in classe”. Le tematiche emerse sono state: il bisogno di essere ascoltati, di non essere presi in giro, di fidarsi degli altri, di essere aiutati nei momenti difficili, di avere degli amici, di non essere esclusi. Successivamente ognuno di loro ha preso un impegno rispetto a quello che avrebbe potuto fare per migliorare il benessere in classe.

Nell’incontro successivo abbiamo riflettuto sui cambiamenti avvenuti e sulle cose che ancora dovevano migliorare. In seguito ho proposto un gioco di gruppo che favorisce la negoziazione, la collaborazione, il compromesso, il pensiero creativo e la risoluzione di problemi. Oltre ad essersi molto divertiti i ragazzi hanno potuto ragionare sulle dinamiche presenti nei gruppi (leadership, eventuali esclusi, modalità con cui hanno trovato un accordo…).

Nel terzo incontro ho proposto un’attività creativa: un disegno, uno schema, una metafora per descrivere la classe allo stato attuale. Ecco alcuni lavori:

intervento classi

Nell’ultima attività il gruppo è stato utilizzato come risorsa per risolvere le difficoltà di ognuno. Infatti i ragazzi hanno scritto su dei post-it anonimi un loro problema, una loro preoccupazione. In seguito in gruppo i compagni hanno proposto delle soluzioni portando anche esperienze personali.

Ecco alcuni problemi che abbiamo affrontato:quali problemi?

Comments are closed.